22 mag 2016

Recensione: "TE LO DICO SOTTOVOCE" di LUCREZIA SCALI

"Te lo dico sottovoce" di Lucrezia Scali
 
 
Ciao booklovers, ben tornati nel mio blog libroso!
Oggi sono qui per parlarvi della mia ultima lettura.
Si tratta di un romanzo rosa: "Te lo dico sottovoce", scritto dalla penna dell'incredibile Lucrezia Scali.
Iniziamo subito.
 
LA COPERTINA
 
 
LA TRAMA
 
Mia ha trent'anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga.
Meglio stare lontana dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio...
Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo morbido.
La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini dell'ospedale attraverso la pet therapy.
Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia.
Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia?
 
LA RECENSIONE
 
Questo libro è dedicato a chiunque voglia aprire i suoi sentimenti ad un libro, a chiunque creda ancora nel vero amore e a chiunque sogni ad occhi aperti una storia come questa.
 
"Te lo dico sottovoce" è ambientato a Torino e successivamente in Puglia, a Gallipoli.
I protagonisti di questo libro sono Mia Vitale e Bubu, il suo fedele cagnolino dal peso di ben 30 kg.
Mia ha circa trent'anni, è una ragazza forte, determinata e ambiziosa.
Sin da piccola sognava di essere a capo di una clinica veterinaria e questo suo sogno nel cassetto, da parecchi anni, è diventato realtà.
Ha un passato da nascondere, una vita passata da dimenticare e delle perdite da accettare.
Vive fingendo che vada tutto bene nella sua vita, anche se ciò non potrebbe essere più falso. Il tempo le ha rimarginato le ferite, ma le ha lasciato delle profonde cicatrici, sia fisiche che interne, con cui deve vedersela tutti i giorni.
I suoi nonni materni l'hanno lasciata troppo presto.
Essi hanno sostituito i genitori biologici di Mia, l'hanno cresciuta rendendola la donna forte e determinata che è ora, l'hanno educata e le hanno trasmesso l'amore per gli animali, i valori che possiede oggi e cosa significhi amare.
Purtroppo, essi non ci sono più e Mia, per tenere vivo il ricordo che ha di loro, è andata ad abitare nella casa di campagna, poco fuori Torino, dove ha trascorso buona parte della sua vita in compagnia dei suoi amabili nonni.
Bubu è un giovane meticcio con le orecchie a penzoloni e il pelo morbido.
Mia l'ha salvato da un destino crudele, l'ha trovato una notte di alcuni anni fa, abbandonato insieme ad un'intera cucciolata di suoi simili.
La protagonista si è innamorata di quegli occhietti vispi e dolci all'istante e da quella notte tremenda non si è più separata dal suo fedele amico a quattro zampe.
Bubu rappresenta l'amore che Mia nutre per gli animali e come essi facciano da colonna portante nell'intera vicenda: sarà proprio grazie a loro se Mia incontrerà Alberto e Diego, i due ragazzi che Cupido le ha mandato per regalo. 
Alberto è un medico dell'ospedale presso cui Mia ha fatto richiesta per praticare la pet therapy. E' un uomo determinato, ambizioso e succube delle volontà della madre Patty, una cliente fedele alla clinica veterinaria della protagonista.
Diego è un poliziotto in gamba appena trasferitosi da Gallipoli. E' un uomo sicuro di sé, arrogante e testardo. Anche lui, esattamente come Mia, ha un passato da nascondere e una vita passata da dimenticare.
 
La vicenda si apre con Mia nelle braccia di Morfeo, immersa in un sogno decisamente esotico: è sdraiata su un lettino in una spiaggia paradisiaca e deserta, sorseggia un cocktail alla frutta e prende il sole, quando, all'improvviso, dalle onde di quel mare così limpido emerge un ragazzo dalla bellezza statuaria, dai lineamenti decisi e dagli occhi e dall'anima tenebrosi. Mia, dunque, decide di alzarsi dal lettino prendisole per ammirare la perfezione di quel giovane uomo, quando all'improvviso si sentono le prime note di 'Beautiful Day', il suono della sua sveglia, i suoi occhi si spalancano e l'unica cosa di esotico e paradisiaco che vedono è la cartolina di quel posto meraviglioso da lei sognato, attaccata alla specchiera della sua camera da letto, a Torino.
Dopo questo suo ricorrente sogno viene presentata la quotidianità di Mia, il suo lavoro, le sue passioni, i suoi valori, i suoi credo e le persone a lei più care.
Mia gestisce, insieme ad Antonio e Fiamma (sua migliore amica dai tempi delle elementari) una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e insieme a loro sta dando forma ad un progetto che spera si concretizzi: vuole praticare la pet therapy nell'ospedale locale, per donare un sorriso a tutti i bambini costretti a soggiornare tra le mura di una clinica, un posto che, di allegro, non ha niente.
Dopo questa breve ma completa presentazione, Mia riceve una chiamata inaspettata: il direttore dell'ospedale ha dato il suo "okay" per dare inizio alla pet therapy.
Mia, recandosi alla clinica, per avere maggiori informazioni al riguardo, incontra un affascinante dottore sulla quarantina di nome Alberto, il quale sembra interessato alla protagonista tanto da corteggiarla successivamente.
Mia, collabora con la stazione di polizia locale, per salvare gli animali di Torino trovati abbandonati, in pessime condizioni o maltrattati dai proprietari. Il poliziotto con cui collabora è ormai prossimo alla pensione e lo sostituirà un giovane scontroso, cocciuto e antipatico proveniente da Gallipoli, e sarà così che la protagonista conoscerà Diego, il quale sembra anch'esso interessato a Mia tanto da stuzzicarla sempre per farla irritare e per intrufolarsi nei suoi pensieri, in un modo particolarmente insolito: facendosi detestare, fino a farsi amare.
Ha un punto a suo favore: l'ultima volta che Mia ha fatto quel suo sogno ricorrente, è riuscita finalmente a scoprire il volto e l'identità dell'uomo misterioso.
Vedendoselo davanti agli occhi non può credere che si tratti di lui, di Diego.
L'uomo dei suoi sogni è Diego!
 
Durante il corso della vicenda vedremo come si svilupperanno i rapporti con Alberto e con Diego, entrambi in competizione per impossessarsi del cuore di Mia.
Chi dei due avrà la meglio?
Mia protenderà sin dall'inizio per il dottore dall'animo gentile, perché la scelta più scontata e appropriata per lei, quella scelta che tutti si aspettano.
I due si frequenteranno, si conosceranno e finiranno a letto insieme.
Mia, questa volta, non vuole sbagliare niente e le costaterà molto fidarsi nuovamente di un uomo e far cadere quasi tutti i suoi muri.
Ma l'avrà fatto per l'uomo giusto, quell'uomo che la merita davvero e che sarà la sua metà della mela per il resto della sua vita?
In contemporanea, pur non volendolo, si troverà a condividere sentimenti, emozioni e momenti del suo passato (mai rivelati a nessuno, se non alla sua famiglia e alla sua migliore amica Fiamma), con il poliziotto dall'animo tenebroso.
La protagonista si vede costretta a fare una scelta: scegliere chi fra Alberto e Diego meriti il suo cuore, ma proprio mentre è in procinto di prendere questa decisione si troverà davanti ad una delusione colossale e ad un guaio a cui trovare subito una soluzione.
Uno dei due l'ha usata solamente per quietare il desiderio che aveva di lei e in realtà e impegnato con un'altra donna. Chi sarà dei due?
Dopo questa scoperta si renderà conto di chi è veramente innamorata, ma qui sorge una questione fondamentale: l'uomo che ha rubato il cuore di Mia sarà disposto a fare coppia fissa con lei e ad amarla per il resto della sua vita?
 
Intanto la pet therapy sta andando a gonfie vele e Mia si legherà molto a Martina, una bimba in lista d'attesa per un cuore nuovo e a Lukas, un bimbo affetto da una leucemia in via di guarigione.
Attraverso Bubu e Casper (un cane della clinica, salvato da un destino crudele), la protagonista farà tornare a sorridere e a vivere quei dolci, indifesi e giovani ospiti dell'ospedale.
Ma proprio quando tutto sembrava andare per il meglio e quando la delusione, provocata da uno dei due uomini, appena dimenticata, Patty, la madre di Alberto minaccerà di rovinare la carriera e la vita di Mia e le due saranno costrette a vedersela in tribunale.
Quale sarà il vero motivo che spingerà questa signora a dire il falso riguardo dei graffi riportati sul braccio? Il figlio, Antonio, sarà ancora una volte succube di sua madre o si farà avanti per proteggere Mia da quelle false accuse?
Proprio quando il giudizio di Mia sarà ormai chiaro a tutti, uno dei due contendenti di Mia le salverà la vita, assicurandole la vittoria del processo.
 
La vicenda si chiuderà con un meraviglioso e commovente happy end, in cui il vero amore trionferà e neutralizzerà ogni incertezza ed ostacolo.
L'uomo da Mia scelto le sussurrerà sottovoce (da qui il titolo) che la ama e che è pronto a vivere il resto della sua esistenza con lei.
 
Di solito, non riporto mai a fine recensione una delle mie frasi preferite nel libro, ma questa volta farò un'eccezione, in quanto questo libro mi è entrato nel cuore e sarà destinato a rimanerci per sempre.
<Dicono che il cuore sia l'organo più potente al mondo, e il più fragile da rompere.
Lo so che il tuo è stato spezzato tante volte, ma sono certo che può aggiustarsi.
E lo sto dicendo perché l'ho provato, perché sono cominciato a guarire grazie a te.>
 
LA MIA OPINIONE
 
Ho letto questo libro nella versione cartacea, al costo di €9.90, mentre la versione digitale costa soli 1.99€.
Il libro è suddiviso in 21 capitoli, narrati in prima persona dalla protagonista.
 
Ho adorato questo libro sin dalla prima pagina, la scrittura della Scali è a dir poco magnifica, attraverso delle parole stampate su carta è stata in grado di farmi ridere, piangere, commuovere, arrabbiare, festeggiare, amare e odiare i personaggi della vicenda.
La sua scrittura è fresca, curata e magnifica!
 
Questo libro è un romanzo che tocca l'anima nel profondo, che racconta di tanti argomenti conferendogli la giusta importanza e realisticità e che fa sognare ad occhi aperti.
E' una lettura molto piacevole, scorrevole e profonda.
Ho divorato il libro in poco più di soli due giorni!
 
Confesso di essere una lettrice compulsiva e questo libro è adatto ad una come me, contiene un mix di emozioni ed è estremamente romantico!
 
Insomma, è un libro meraviglioso, non trovo altri aggettivi per descriverlo.
 
Da come sarà trasparito nella mia presentazione generale della vicenda, faccio parte del team Diego!
Ho odiato profondamente Alberto e sua madre Patty!
Le mie parti preferite nel romanzo sono state l'inizio comico, l'incontro con Diego, tutte le situazioni in cui Mia e Diego erano insieme e il finale ricco di emozione!
 
Assegno a questo libro 5 stelle su 5 e lo stra consiglio a chiunque abbia voglia di immergersi in una storia d'amore dettata da passati turbolenti, da una sana competizione fra due uomini per conquistarsi il cuore di una donna, da delle comparse a quattro zampe, da marachelle combinate dai nostri amici domestici, da delle divergenze familiari e da alcune peripezie che fanno stare con il fiato sospeso.
 
Faccio i miei complimenti a Lucrezia Scali per aver dato vita ad uno dei romanzi che più mi ha toccato il cuore, e questo finisce nella mia top 5 dei preferiti!
E spero che legga questa mia recensione, ci terrei tantissimo, perciò la taggo qui: +lucrezia Scali 
 
La recensione è giunta al termine, spero vi sia piaciuta e se così è stato, vi invito a mettere un +1 e a condividerla dovunque voi vogliate.
Se avete già letto questo libro e avete piacere nel scambiare quattro chiacchiere al riguardo, vi invito a scrivermi nei commenti qui sotto, sarò felicissima di rispondere!
 
Alla prossima recensione miei booklovers! :)
 
Per iscrivervi al mio blog e farmi sapere che ne siete lettori fissi, aggiungetemi alle vostre cerchie tramite il vostro profilo Google+, andando sul mio (che trovate indicato nella colonna di destra, se usate un pc o in fondo al post, se usate un cellulare) e cliccando su 'aggiungi alle cerchie' o 'segui'.
 
Posta un commento