3 lug 2018

Recensione "TUTTA LA PIOGGIA DEL CIELO" di ANGELA CONTINI

Review
"TUTTA LA PIOGGIA DEL CIELO"
di ANGELA CONTINI

Buongiorno adorati lettori e bentornati nel fantastico mondo de Lamiavitasonoilibri! (:

Le vacanze estive sono alle porte anche per voi?
Sono sicura che avete ancora dello spazio in valigia per una meravigliosa lettura che vi terrà compagnia sotto al sole, in riva al mare.
"Tutta la pioggia del cielo", di Angela Contini, è la commedia romantica dell'estate, perché che bella e calda stagione sarebbe senza l'amore?

LA COPERTINA


"Tutta la pioggia del cielo" non è un comune romanzo rosa, bensì un racconto d'amore narrato in prima persona, dalle voci di Nath e Victoria, dal cui legame prenderà vita un'altra narrazione, di cui saranno protagonisti Sofia e James...un libro celato dentro ad un altro libro, niente di più affascinante. 
La copertina si riferisce proprio a questa duplice storia romantica, raffigurandone gli innamorati nell'esatto momento del tanto atteso lieto fine, entrambe le coppie avranno questa fortuna o solamente una di esse?
Il titolo è il segno caratteristico di Angela Contini, scrittrice italiana di successo, solita titolare i suoi capolavori con il sostantivo "tutto", perché l'amore totalizza, la sua assenza annulla: tutto o niente...
La pioggia accarezza, rassicura, calma, lambisce e cura le ferite.
La pioggia è bella, come l'amore ed è da essa che parte il capitolo più importante di questo romanzo.
Che aspettate? Armatevi di un ombrello (per ripararvi dal sole celato all'interno della narrazione e presente in ogni personaggio e dalla pioggia che decreterà il lieto fine che ogni lettore sogna di leggere) e assistete ad una delle storie d'amore più romantiche di sempre...

LA TRAMA
Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c'è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l'impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l'unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare...

IL LIBRO
Titolo: "Tutta la pioggia del cielo"
Autrice: Angela Contini
Casa editrice: Newton Compton Editori
Collana: First
Pagine: 280
Prezzo: €1.99 (edizione digitale) & €6.90 (edizione cartacea)
Genere: fiction, romanzo rosa, romanzo contemporaneo
Scrittura: si prega di inchinarsi al passaggio di Angela Contini!
La scrittrice non solo ha ideato una storia d'amore che, a sua volta, ne contiene un'altra altrettanto romantica al suo interno, ma è riuscita anche a creare un intreccio tra di esse, perché senza una l'altra non potrebbe esistere.
Come se questa sua capacità non fosse già di per sé eccezionale, il suo stile inoltre è contemporaneo, fresco, semplice (ma mai banale) e in grado di raggiungere l'anima di ogni lettore.
Una volta iniziata la lettura de "Tutta la pioggia del cielo" non vorrete più mettere giù il libro, in quanto i personaggi, l'ambientazione, l'intreccio romantico che si forma pagina dopo pagina tra le due narrazioni d'amore, la trama e le emozioni presenti e descritti al suo interno fanno si che si venga risucchiati dalla dimensione parallela creata da Angela Contini, rimanendone completamente estasiati e chissà, magari inizierete anche voi, come me e la scrittrice, ad amare e desiderare la pioggia anche d'estate.

LA RECENSIONE
"Tutta la pioggia del cielo" è dedicato a chi, finché non cadrà tutta la pioggia del cielo, continuerà ad aspettare l'amore.
Questo romanzo è dedicato a chi, invece, ha già assistito al miracolo, trovando l'anima gemella in grado di lavare via ogni sua pena e vuole ricordare come ci si sente a stare sotto la pioggia pur avendo dentro di sé il sole.
"Tutta la pioggia del cielo" è consigliato a chi ama la pioggia e la attende impazientemente, che sia per guarire le proprie ferite o per piangere insieme alle sue gocce.

"Tutta la pioggia del cielo" è ambientato a Chicago, la metropoli dell'Illinois e a Pretty Creek, un paesino di campagna situato ai piedi delle Green Mountains, nel Vermont, due località agli antipodi, esattamente come i protagonisti di questa incredibile storia.
Nath Owens è un contadino nato e cresciuto nell'incantevole Vermont, una regione ricca di colori, natura, pace e silenzio, che l'ha sempre accolto e fatto sentire amato, nonostante l'assenza della figura materna nella sua vita.
Il contadino lavora nella fattoria di famiglia, ereditata dal padre, che oltre alla tenuta gli ha lasciato, ahimè, anche una marea di debiti da saldare al più presto. 
Qualsiasi uomo sarebbe scappato a gambe levate e avrebbe venduto l'impresa agricola immediatamente, liberandosi così di un peso ingombrante e scomodo, ma Nath non è un uomo qualunque, il suo cuore onesto e la sua anima appartengono a quel luogo e alla terra dei campi che tanto adora coltivare.
Victoria Stevenson, invece, coltiva l'amore, scrivendo romanzi contemporanei di successo nella Windy City, una metropoli grigia ed enorme, che suscita in lei crisi isteriche, attacchi di panico, paura della grandezza di certe emozioni, nervosismo e ora anche un terribile blocco dello scrittore!

Il cuore di Nath, non molto tempo fa, oltre che per le terre della sua fattoria cadente batteva anche per una donna di nome Faith, la stessa che l'ha lasciato il giorno del loro matrimonio, facendolo attendere invano davanti all'altare per un lieto fine che non si sarebbe mai verificato.
Quello di Victoria, invece, batte solo ed unicamente per l'amore che narra nei suoi libri. Sin da piccola è cresciuta senza alcuna dimostrazione di affetto da parte dei suoi genitori, troppo impegnati a bastarsi l'un l'altra per notare la figlia, che nessuno dei due aveva previsto nel proprio futuro di coppia e tutt'oggi fatica a trovare qualcuno che la ami per quello che è, stranezze e fobie comprese nel pacchetto.
Entrambi hanno deciso di spegnere i loro sentimenti e di dedicarsi esclusivamente alle uniche cose capaci di regalare, alla loro anima, felicità e pace: la fattoria e la quiete della campagna, lui e la scrittura, lei.
Da qualche tempo, però, il fuoco delle loro passioni si è spento.
Nath è sempre più schiacciato dai debiti della fattoria di famiglia e quest'ultima è sempre più bisognosa di un restauro, Victoria si sente sempre più obbligata a scrivere per accontentare aspettative e gusti altrui, tra cui quelli della sua antipatica editor Rebecca, che le ha richiesto espressamente di arricchire il suo nuovo romanzo, in fase di creazione, con alcune scene hot, giusto il necessario per raggiungere un target più ampio e guadagnare incassi maggiori e mai registrati precedentemente.

Il tempo scorre...Nath non riuscirà mai a saldare i numerosi debiti accumulati dal padre nel corso degli anni, vendendo le sue verdure al mercato locale e il suo sciroppo d'acero porta a porta e Victoria non ce la farà mai a terminare la scrittura del suo nuovo libro, "Tutta la pioggia del cielo", entro la scadenza fissata dalla Pearson&Sons, se continua a farsi sopraffare dagli attacchi di panico e dalle aspettative che tutti sembrano riporre solamente in lei e nella sua penna.
Susan, la sorella di Nath e Trevor, suo cognato e l'agente nonché caro amico di Victoria sembrano avere la soluzione adatta ed è così che una scrittrice di successo di Chicago sale su un volo che atterrerà nel Vermont, dove convivrà con un giovane uomo nella sua proprietà agricola, finché non avrà terminato il suo libro. 
In cambio dell'ospitalità, Victoria pagherà una generosa somma per l'affitto della camera che gli verrà messa a disposizione e quando uscirà il suo nuovo romanzo, cederà una parte dei ricavi di vendita dei primi mesi a Nath.
Così facendo, Victoria avrà modo di ritrovare l'ispirazione perduta e la passione che dedicava nello scrivere per il puro piacere di mettere su carta delle parole in grado di trasportare chi legge in un incredibile viaggio e Nath avrà finalmente modo di estinguere i debiti del padre, riuscendo anche a rifarsi davvero una vita.
Ciò che Susan e Trevor non hanno previsto è la convivenza forzata tra Nath e Victoria, poiché nessuno dei due è d'accordo con questa loro trovata.

Pretty Creek è quello che si può definire un tranquillo e grazioso paesino, un vero e proprio dono della natura, dove i colori, la flora, la fauna fanno da sfondo ad una comunità amichevole e sempre disponibile a dare una mano a chi ne ha bisogno, se non fosse che a rovinare l'idilliaca convivenza tra i concittadini vi è un certo Bob Sullivan, desideroso di vendere la propria terra, vicina a quella di Nath, ad un famoso architetto greco, che vi costruirà un lussuoso residence.
Per far si che il progetto si concretizzi, anche Nath dovrà cedere e acconsentire quindi alla vendita dei siti di famiglia, ma ciò significherebbe distruggere l'unico ricordo che gli rimane di suo padre, l'unico genitore che l'abbia mai amato e fatto sentire giusto.
Nonostante questo, la cittadina rimane il posto più tranquillo del pianeta terra, ma una ragazza con indosso dei tacchi a spillo sta per irrompere nella quiete del paesino, mettendo a soqquadro l'esistenza di Nath e interrompendo il silenzio che domina le campagne del Vermont...
Un soggiorno vacanza in quella macchia di terra è quello che le ci vuole o almeno così dice Trevor.

Non appena gli sguardi di Victoria e Nath si incrociano è subito guerra e nessuno dei due è disposto a deporre le armi.
In compenso, non tenendo conto del buzzurro, maleducato, arrogante e affascinante contadino che le sta offrendo ospitalità, Victoria si sente a casa nel Vermont, è serena e calma, prova una tranquillità che non provava da molto tempo, forse da mai.
Le sembra di stare su un altro pianeta, in un dipinto o, meglio ancora, in un romanzo dove c'è un uomo taciturno, instancabile e onesto.
Dove c'è anche un furgone rosso, che contiene tutta la sua vita, il suo lavoro. Una terra di sconfinata bellezza, un lago che sembra irradiare magia, una fattoria che cade a pezzi che, però, racconta la sua grande storia.
Ci sono anche degli animali, tra cui un papero di nome Charlie, che si crede un cane. E ci sono foreste piene di colori, foglie e una natura incredibile.
Ci sono anche tre bambini curiosi, una sorella impicciona, il mercato del paese e il coro gospel che fa le prove sotto il gazebo in piazza.
E poi c'è lei, che si sta innamorando di tutto questo e di tutti loro.
Questo non è un romanzo qualunque, ma il suo, quello della sua vita e stavolta non potrà decidere come andrà.
Ed è in quel preciso istante che l'ispirazione si impadronirà di lei e due dimensioni si assottiglieranno, combinandosi insieme fino ad unirsi perfettamente in due romanzi: il suo, quello della sua vita e "Tutta la pioggia del cielo", dove Sofia e James assomigliano giusto un po' a lei e Nath.
In compenso, non tenendo nemmeno conto della strana, determinata e arrogante scrittrice di successo con il naso e le guance piene di lentiggini, Nath si rende conto di desiderare la donna, in tanti modi.
La desidera per quello che dice e quello che pensa, per come sorride e come si infuria, per i suoi attacchi di panico e le sue manie, per le lentiggini sul naso e per gli occhiali storti mentre scrive e la passione che vi mette.

Cosa accadrà a Pretty Creek una volta che Victoria avrà terminato la stesura de "Tutta la pioggia del cielo"? Il romanzo della sua vita cesserà con quello da lei creato o non avrà mai fine, superando addirittura il finché morte non vi separi?
Tutta la pioggia del cielo sta finalmente scendendo, saranno solo Sofia e James ad avere il loro lieto fine?

NEL LIBRO
<<Insomma...Io sono fatta a modo mio, ho questa idea che lui debba salvarmi da me stessa, dalle mie manie, e ne ho tante. 
Non lo so...A volte penso che il mio uomo ideale viva dentro un libro.>>

LA MIA OPINIONE
Chi è che si ostina ancora a dire che la vita non è un romanzo rosa o una commedia romantica?
Victoria è la prova vivente del fatto che, se credi con tutta te stessa all'amore vero, quello di cui si legge nei libri, prima o poi esso viene a cercarti e chissà, magari porta anche a te un bel contadino del Vermont di nome Nath a bussare alla porta del tuo cuore.
Mai dire mai nella vita...ehm ehm, dov'è il mio Nath Owens? L'avete visto per caso? Se si, ditegli che lo sto aspettando.

"Tutta la pioggia del cielo" è la commedia romantica dell'estate, in questo libro sono stati intrappolati tutto l'amore, la dolcezza, il romanticismo e tutta la pioggia e l'estate presenti al mondo e da tutto ciò sono nate due storie d'amore da sogno.
Angela Contini è riuscita a catturare l'essenza del tanto famigerato amore estivo, quello che nasce in vacanza, sotto al sole in riva al mare, nonostante il romanzo sia ambientato nelle aride campagne del Vermont, d'inverno, durante le festività natalizie.
Insomma, la scrittrice ha compiuto una vera e propria magia.

Il suo stile narrativo è sensazionale, è in grado di creare un'intera vita parallela e di trascinare al suo interno il lettore, facendolo vivere una volta in più.
Un'altra esistenza in compagnia di personaggi affascinanti (non mi sto mica riferendo a Nath Owens, pfff), di spessore e che hanno realmente qualcosa da comunicare a chi legge di loro, niente di meglio.
Per non parlare dell'ambientazione, mi sono innamorata di Pretty Creek, credo ormai di avere una predilezione verso le piccole cittadine americane, dove tutti si conoscono e aiutano e dove la partecipazione agli eventi locali è d'obbligo e quindi, Angela Contini con me ha centrato l'obiettivo.

Ho adorato ogni singola pagina de "Tutta la pioggia del cielo", non c'è assolutamente nulla che cambierei di questo capolavoro.
Dai personaggi all'ambientazione, dalle descrizioni alle peripezie, dalla trama ai dialoghi, insomma, ho apprezzato ogni singolo aspetto, innamorandomene completamente.
Più di tutto ho davvero amato la duplice storia d'amore, questo aspetto del libro nel libro mi ha sempre incantata, lo scrittore che riesce a intrappolare la realtà nel suo libro e poi un'altra narrazione all'interno di esso è proprio uno dalla mano e penna magiche e Angela Contini è una di essi.
Per non parlare della narrazione a capitoli alternati, attraverso cui si ha modo di conoscere a fondo sia Victoria che Nath, ho sempre adorato questa scelta narrativa e Angela Contini con me ha di nuovo centrato l'obiettivo.

Nonostante sia estate, corro ad aspettare tutta la pioggia del cielo e magari anche un Nath Owens! (;

IL MIO GIUDIZIO


Alla prossima recensione! (:
Posta un commento