14 ago 2015

Recensione: "Questione di gusto" di Fleur Du Mar

Recensione "Questione di gusto" di Fleur Du Mar:
Sono pronta a parlarvi della mia ultima lettura, (terminata in 2 giorni, non ho potuto fare a meno di questo libro, me lo sono letteralmente divorata!) il libro di Fleur Du Mar "Questione di gusto".
E' stata la mia prima esperienza con questa scrittrice e ne sono rimasta affascinata e incantata, scoprite il perché.

LA COPERTINA:




LA TRAMA:
I protagonisti di questo romanzo sono Erik e Laura, due persone che in comune hanno solo un appartamento nello stesso elegante palazzo. Erik vive al 6° piano, è uno scanzonato fotografo che ha avuto per casa il mondo ed è abituato ad "assaggiare la vita" con tutti e cinque i sensi. Laura vive al 5° piano, è una donna in carriera, sessualmente frustrata, vegana dalla nascita per scelta materna, che vive tra ansiolitici e attacchi di panico. Complice un blocco in ascensore i due s'incontrano e si scontrano, visti gli stili di vita decisamente opposti. Erik, scandalizzato all'idea che qualcuno dalla nascita non abbia mai provato cibi basilari coma la carne, il pesce o le uova, proporrà a Laura di assaggiarli virtualmente, ascoltando la descrizione che ne farà lui. Nessuno dei due immagina che questi sette assaggi prenderanno una piega ben diversa, andando al di là del cibo. Le loro anime verranno messe a nudo, entrambi finiranno per affrontare le loro paure e per scoprire qualcosa di più su loro stessi e sui loro desideri. Sette cibi... Sette assaggi... Un unico filo conduttore... Il gusto.
Nota dell'autrice: Preciso che questo è un romance e NON un romanzo erotico. Un'ultima cosa... Dopo averlo letto vi garantisco che un uovo fritto non sarà più per voi un semplice uovo fritto... Buona lettura!

RECENSIONE:
"E chi poteva mai immaginare che un semplice e inaspettato blocco in ascensore potesse cambiare radicalmente e in meglio due vite così diverse, legandole l'una all'altra? E chi se lo immaginava che la ansiosa e precisa Laura potesse permettere di farsi prevalere dal caos?"
Siamo più o meno nei nostri anni, in un luogo a noi sconosciuto, (perché non descritto e accennato dalla scrittrice, ma molto probabilmente si tratta di una metropoli), in un elegante palazzo.
Laura e Erik sono una donna e un uomo di circa 30 anni, e un giorno, nell'ascensore del palazzo in cui risiedono, si conoscono, complice un guasto, ed entrambi si innamoreranno l'una dell'altro, anche se all'inizio non ne saranno ancora consapevoli; Inizieranno a frequentarsi per via di una insolita proposta fatta da Erik, a Laura e tutto si svolgerà in modo insolito, fino a quando entrambi inizieranno a provare per l'altro un sentimento forte, che tradisce entrambi e che legherà il cuore di lui a quello di lei, e viceversa.
Accompagneremo i due personaggi nelle loro avventure per circa tre settimane, imparando a conoscerli a fondo e finendo per innamorarcene, seppur in breve tempo, ma si sa il tempo quando ci sono di mezzo dei sentimenti veri e forti non conta.
Erik fin da subito viene colpito dalla bella e strana Laura, e a causa di un guasto dell'ascensore avrà modo di conoscerla, il tutto avverrà in un modo piuttosto comico, insolito, e folle, ma sarà proprio la comicità e la stranezza della ragazza, a far capire ad Erik di aver trovato il suo viaggio più bello ed emozionante. Perché per lui nella vita non conta la meta, la destinazione, ma il mentre, ovvero il viaggio ed il percorso per giungere a quello che si desidera, e molte volte il viaggio si rivela più emozionante della meta scelta, e questa sarà una di quelle volte.
I due nel giro di pochissimi giorni si innamorano perdutamente e le loro vite, grazie a questo sentimento e a sette assaggi, cambieranno per sempre e letteralmente.
Durante questo percorso, però, come è normale che sia, incontreranno diverse difficoltà, e Laura sarà costretta a prendere una decisione importante, che segnerà il destino dei due. E proprio grazie a queste difficoltà, impareranno ad amarsi per quello che sono, con tutti i loro difetti, e soprattutto impareranno ad amarsi profondamente.
"Quello era solo l'inizio del loro viaggio..."

LA RECENSIONE:
Una lettura stupenda, STUPENDA! Tutto il libro è narrato da una sola voce, quella di Laura.
All'inizio pensavo, vista la trama, che tutto, ma proprio tutto il libro, avesse come unico discorso il cibo, invece mi sbagliavo di grosso, ed è stata una sorpresa constatare che si, si parlava di cibo, ma non in modo troppo assillante, anzi, è stato proprio il discorso e la descrizione del cibo ad unire Laura ed Erik, a far capire sia a loro e sia a noi lettori il vero significato del cibo e a farmi innamorare pazzamente di questa vicenda.
Il libro si apre con Laura che sta tornando a casa dal lavoro e che esausta, decide di prendere l'ascensore, seppur claustrofobica, o almeno pensa di esserlo, in realtà è solo una sua ossessione e paura, come tutta la maggior parte delle altre sue fobie, e con Erik che anche lui tornando a casa prende l'ascensore. E da lì nascerà tutto.
I due ancora non si conoscono, seppur abitando nello stesso palazzo, e non sanno che finiranno, grazie all'aiuto di una proposta strana di Erik, con l'amarsi.
La vicenda si svolge con i due che per una settimana si frequenteranno, per provare assieme ad usare tutti i loro cinque sensi grazie all'assaggio di sette cibi, scelti da Erik, per far capire a Laura cosa si è persa nei suoi 30 anni di vita, siccome è vegana dalla nascita, ma non per sua scelta, e si chiude con l'happy end dei due, e con il proseguimento del loro magico viaggio.
Una lettura davvero molto molto intensa ed estremamente emozionante e comica al tempo stesso, in quanto il tutto il libro i due personaggi si conoscono, si comprendono a vicenda, si accettano e si innamorano (e i sette assaggi saranno i loro aiutanti) e noi con loro.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e pur non volendolo non potrete fare a meno di affezionarvici.
La storia è sin dall'inizio intrigante ed estremamente divertente, e pagina dopo pagina, lo diventa sempre di più, e senza accorgervene, ridendo e piangendo di gioia, sarete già alla fine del libro, catturati dalla storia.
L'ambientazione è descritta bene e piacevole al tempo stesso, avrei solo apprezzato se la scrittrice avesse anche scritto dove la vicenda si svolgeva, ma devo ammettere che questo mistero è anche positivo, perché ognuno di noi lettori può immaginare il luogo che più preferisce, il mio è New York o Milano.
Il libro ha 180 pagine e sono sicura al 90% che sia disponibile solo in versione digitale e non cartacea, è una lettura per niente impegnativa, e soprattutto coinvolgente.
Sono stra soddisfatta del mio acquisto e do a questo libro 5 stelle su 5, e grazie ad esso ho imparato ad apprezzare cibi che prima disprezzavo a priori e il bello e dolce Erik mi ha convinto ad assaggiare l'uovo fritto. Aspetto dalla Du Mar un continuo, voglio sapere come vanno le cose tra Erik e Laura, o almeno un altro suo libro, siccome questo è l'unico suo pubblicato!
Lo consiglio!
Se avete trovato questa recensione utile e bella, mettete un +1, e se avete per caso già letto il libro o se avete intenzione di acquistarlo fatemelo sapere nei commenti qui sotto.
Alla prossima! :)
Posta un commento