27 feb 2016

Recensione: "Non mi piaci ma ti amo" Cecile Bertod

"Non mi piaci ma ti amo" Cecile Bertod
 
 
Ciao mie care lettrici e miei cari lettori!
Ben tornati nel mio blog libroso!
Oggi sono qui per parlarvi della mia ultima lettura, si tratta di un romanzo rosa (ovviamente), scritto dalla penna di Cecile Bertod.
Iniziamo subito.
 
LA COPERTINA
 
 
LA TRAMA
 
Thomas e Sandy: lui nobile e ricchissimo, lei di semplici origini irlandesi. E' solo l'amicizia tra le loro famiglie a unirli.
Capita così che ogni anno i due trascorrano le vacanze estive a Garden House, la favolosa residenza dei Clark. Sandy odia quei mesi, perché detesta Thomas, il suo stile di vita, i suoi amici.
Crescendo, i due si perderanno di vista finché... Alla morte del nonno, durante la lettura del testamento, Thomas si trova di fonte a un annuncio sconvolgente: potrà ereditare ogni bene solo a patto che metta la testa a posto e si sposi. E con chi? Proprio con quella Sandy Price che non vede da almeno cinque anni.
Deciso ad aggirare la volontà del nonno, Thomas cerca di contattare la ragazza per convincerla a tirarsi indietro.
Sandy, però, sta attraversando un momento complicato: è disoccupata ed è sul punto di perdere l'anticipo versato per acquistare un piccolo bistrot. E quando all'improvviso si presenta la possibilità di coprire ogni spesa, finisce per accettare la bizzarra proposta. Ma cosa ci si può aspettare da un fidanzamento, se lui e lei si odiano sin da piccoli?
Nulla di buono, a meno che, tra una finzione e l'altra, non accada qualcosa di assolutamente imprevisto...
 
LA RECENSIONE
 
Questo è un libro dedicato al primo amore, l'unico destinato a vivere in noi per sempre.
 
"Non mi piaci ma ti amo" è ambientato a Canterbury, Cork, Londra, Dublino e le varie cittadine costiere irlandesi.
I protagonisti di questo libro sono Thomas Clark e Sandy Price.
Thomas ha 32 anni. E' un uomo ricco, colto, educato, sommerso dal lavoro e con una quotidianità mondana. E' felicemente single.
Nel corso della sua vita, ha sofferto molto: quando era piccolo ha perso entrambi i genitori e ora all'età di trenta anni vede andarsene anche suo nonno, colui che l'aveva preso sotto la sua ala e cresciuto come se fosse figlio suo.
Sandy ha 25 anni. E' una donna determinata, simpatica, impulsiva, disoccupata e conduce una vita incasinata, dettata da bollette, prestiti non concessi e un affitto da pagare. E' disperatamente innamorata di un ragazzo che fa parte del suo giro di amici, Mark. Peccato che lui non la degni nemmeno di uno sguardo.
 
La vicenda si apre con un cenno al passato, vengono riportate alcune pagine del vecchio diario di Sandy, che scriveva da adolescente, per liberare la mente dai pensieri e per comunicare i suoi problemi a qualcuno che la comprendesse e sostenesse.
In queste pagine di diario emerge la sua apparente antipatia per l'adolescente ma già adulto Thomas, questo ragazzino è educatissimo, responsabile e mette tutto il suo impegno per cercare di screditare la povera Sandy, scontrosa e giocherellona.
Dopo questo salto nel passato, si passa al futuro e compare un passo che sarà la questione centrale dell'intera vicenda: i due si trovano sull'altare e stanno per sposarsi.
Dopo questo salto in avanti nel tempo, la scrittrice torna al presente, e da qui inizia la vera storia.
Il presente si apre su una scena molto importante e piena di suspance e humor.
Thomas si trova nell'ufficio del notaio Cameron Hill, per assistere alla lettura del testamento di suo nonno Sir Roger Aaron Clark.
Le prime righe del testamento fanno pensare che l'intera eredità andrà nelle mani dell'unico familiare rimasto, Thomas, ma ad un certo punto questa ipotesi non sarà più tanto ovvia.
Il signor Hill comunicherà al giovane Clark che per ereditare l'intero patrimonio del nonno, dovrà mettere la testa a posto, sposandosi, ma non con una qualunque donnetta priva di contenuti, ma bensì con l'intelligente e bellissima Sandy Price, la ragazzina che da piccolo ha odiato profondamente! Se non seguirà le volontà del nonno, rifiutandosi di sposare Sandy, perderà l'intero patrimonio, compresa la tenuta di Garden House, a cui lui è molto legato.
Insieme alle ultime volontà di Sir Roger, compaiono alcune clausole: i due prima di sposarsi, dovranno convivere a Canterbury per sei mesi, condividendo casa, tempo libero, camera da letto e bagno e facendosi vedere insieme ad eventi mondani per rendere nota la loro frequentazione destinata a diventare, poi, un fidanzamento; Se uno dei due deciderà di non sposare l'altro, perderà la sua parte del patrimonio e questa è la clausola principale per mettere mano sull'eredità.
Thomas a queste notizie sbiancherà e si sentirà mancare, incredulo a quello che le sue orecchie hanno sentito, e si rivolgerà subito al suo amico nonché grande avvocato Frank, per cercare di evitare a tutti i costi questo matrimonio combinato.
Dopo averci parlato, l'unica possibilità per porre fine a questa patetica situazione è contattare Sandy, sedurla facendo il gentile, offrirle del denaro e convincerla a convivere con lui per i mesi indicati da suo nonno, e poi abbandonarlo sull'altare. In questo modo lui si appropierà dell'intero patrimonio e Sandy invece perderà la sua parte, inconsapevolmente, siccome l'avvocato ha consigliato a Thomas di non parlarle di questa clausola, evitando che lei per mancanza di entrate possa approfittare della situazione.
 
La vicenda prosegue con una chiamata, Thomas sarà costretto a mettersi in contatto con Sandy, per comunicarle le ultime volontà di suo nonno, Sir Roger.
Il problema è che non si vedono da oltre cinque anni, e Thomas non ha la più pallida idea di dove si trovi Sandy e di che vita conduca.
Dopo averci parlato, Sandy si recherà a Londra, nell'ufficio dell'avvocato di Thomas per discutere del testamento. Dopo aver compreso tutti i dettagli riguardanti questo finto fidanzamento, Sandy decide di non accettare, per non rendersi ridicola e disperata agli occhi dei due uomini, accettando quell'enorme somma di denaro per fingere.
Dopo alcuni giorni, però avrà un ripensamento, poiché se non trova dei soldi in poco tempo verrà sfrattata dal suo bilocale, quindi accetterà quell'assurdo accordo, e Thomas penserà che lei stia facendo tutto questo per i soldi, anche se in parte si sbaglia.
Così per Sandy, iniziano quei sei mesi di clausura presso Garden House, dove si troverà a trascorrere intere giornate solo in compagnia di libri, cataloghi di arredamento per il bistrot che aprirà insieme alle sue amiche, del personale della tenuta e per qualche ora di Thomas.
 
Il libro da questo momento si svolgerà intorno a questo accordo.
I due impareranno a conoscersi per quello che sono davvero, a comprendersi, a sopportarsi e proveranno qualcosa di nuovo a loro, non compreso nel contratto che entrambi hanno stipulato e firmato.
Chissà cosa si nasconde realmente dietro quell'odio profondo che i due hanno sempre provato nei confronti dell'altro.
 
La vicenda si concluderà con un inaspettata rivelazione da parte di Thomas e con quel passo che era presente a inizio libro, Sandy e Thomas diranno il fatidico si, davanti all'altare?
 
Il mio passo preferito nel libro, è il loro soggiorno di sei giorni su uno yacht bianco ed enorme di nome L'Otello, e il finale stra dolce e inaspettato.
 
LA RECENSIONE
 
Il libro cartaceo ha 286 pagine e un costo di €4,90, mentre quello digitale ha 275 pagine e un costo di €2,99.
Il romanzo è formato da prologo, chiamato "Dal diario di Sandy Price", 33 capitoli narrati in prima persona da Sandy ed epilogo, che ci porterà a 10 anni dopo rispetto al presente.
 
Il modo in cui scrive la Bertod è piacevole, scorrevole, semplice ma mai banale e pieno di humor, leggendo questo libro morirete dalle risate.
Il libro a volte, presenta grossi errori grammaticali e di sintassi, ma la colpa è dell'editore purtroppo, ma nonostante questo il libro è molto bello.
 
E' un romanzo bellissimo, insolito e per questo stupendo.
Avrei apprezzato molto di più se il finale non fosse stato scritto freddolosamente e velocemente, ma nonostante questo, è stata una bellissima lettura a cui do 4 stelline e mezze.
 
Il primo amore, anche se apparentemente banale e mai vissuto del tutto, può tornare a galla nelle nostre vite, e accompagnarci fino alla fine dei nostri giorni.
Così è successo a Thomas e Sandy.
Questo libro è adatto a chi crede ancora nel primo vero amore, che non muore mai.
 
Spero che questa recensione vi sia piaciuta e se così è stato, mettete un +1 e condividetela su qualsiasi social voi vogliate.
 
Alla prossima recensione! Ciao ciao! :)
 
Sono anche qui:
Instagram, hughmeniall
Twitter, Hugh_Me_Niall
Google+, il profilo collegato a questo blog.
Posta un commento