04 giu 2016

Recensione: "DIMMI TRE SEGRETI" di JULIE BUXBAUM

"Dimmi tre segreti" di Julie Buxbaum
 
 
Ciao booklovers e ben tornati nel mio blog!
Oggi sono qui per parlarvi della mia ultima lettura, si tratta di un romanzo rosa, young adult della casa editrice DeA: "Dimmi tre segreti", scritto dalla penna di Julie Buxbaum.
 
LA COPERTINA
 
 
Volevo spendere due parole su questa copertina.
Innanzitutto, l'immagine è bellissima, come ogni altro volume della DeA.
Il titolo è quello che mi ha colpita di più, convincendomi ad acquistarlo.
Proprio quest'ultimo farà da colonna portante per l'intera vicenda, avrà un ruolo predominante e fondamentale per la buona riuscita di un happy end favoloso.
 
LA TRAMA
 
E se la persona che ti conosce meglio al mondo fosse l'unica che non hai mai incontrato?
Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles.
Ma proprio quando le cose si mettono male, riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola, mantenendo però l'anonimato. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano?
Il punto è che lei non è nelle condizioni di rifiutare un aiuto tanto generoso: sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato, costringendola a trasferirsi dall'altra parte del Paese, in un posto che odia ancora di più.
Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto, Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo migliore amico, e lei decide che è arrivato il momento di incontrarlo.
Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai...
 
LA RECENSIONE
 
Questo libro è dedicato ai lettori curiosi, coloro che davanti alla parola "segreto" non riescono a resistere e ne vogliono sapere di più; Ai lettori romantici, ai sognatori compulsivi e a chiunque vorrebbe avere un ammiratore/trice segreto/a che gli scriva mail anonime e colme di sentimento e passione.
 
"Dimmi tre segreti" è ambientato a Los Angeles e a Chicago.
La protagonista di questo libro è Jessie Holmes.
Jessie è una ragazza di sedici anni insicura di se stessa, timorosa di tutto ciò che il destino ha in serbo per lei e convinta di valere meno di zero.
L'unica persona che la capisce come nessun'altro è Scarlett, sua migliore amica dai tempi dell'asilo nido.
Sua madre l'ha lasciata da ormai 733 giorni. Un cancro alle ovaie se l'è portata via per sempre e a Jessie non resta nient'altro che il ricordo di quella donna tanto forte, che da piccola le leggeva fiabe, che da adolescente le preparava la cioccolata calda con i marshmallows e una dozzina di biscotti quando le brutte giornate passavano a fare visita a una di loro, che sottolineava di giallo alcune frasi delle poesie che leggeva e che nell'ultimo periodo della sua esistenza era troppo debole per fare le cose appena descritte.
Jessie tiene il conto dei giorni che passano veloci da quell'orribile giorno, in cui ha perso una parte importante di sé, per ricordarsi che lei non se ne è andata del tutto, ma che è ancora una presenza assente.
Da 45 giorni suo padre è sposato con una donna affascinante di LA, conosciuta online su un gruppo di sostegno per vedovi. La novella sposa di Bill Holmes è Rachel, una manager cinematografica ultra ricca che da circa un anno ha perso l'uomo che amava immensamente.
Bill Holmes da quando ha perso la sua metà della mela è smarrito e piccolo, è tornato ad essere il bambino timoroso della vita, che era in passato, così tocca a Jessie occuparsi di suo padre, della casa, di tutte le faccende di cui si occupava la sua mamma.
Bill, da un paio di mesi a questa parte viaggiava spesso per affari, anche se ciò non poteva essere più falso. In quei weekend fuoriporta incontrava Rachel alle Hawaii per passare del tempo insieme; Tornava il lunedì seguente a Chicago con un sorrisone che interessava anche il corpo, se possibile, e poco dopo è arrivato il colpo duro per Jessie: suo padre si era sposato l'ultimo weekend passato fuori, con Rachel.
Jessie a quella notizia rimane scioccata e felice, per quanto possibile, per suo papà.
Da 30 giorni lei e suo padre si sono trasferiti a Los Angeles, la città degli angeli: dove i quattrini, le ville a Beverly Hills, le macchine costose, l'erba e la marijuana di cui fanno uso quasi tutti e il lusso sfrenato in generale predominano.
 
La vicenda si apre con questi conti.
Il primo è quello che ha a che vedere con la parte più oscura e nascosta di Jessie: da quando sua madre se ne è andata, lei è dovuta crescere in fretta, tenendosi ben stretta i ricordi di quella donna che tanto stima e ama e domandare tutti i quesiti che solitamente si pongono ad una madre su Internet.
Il secondo è quello che ha a che vedere con un enorme punto interrogativo: Jessie non ha mai incontrato la donna che ha rubato il cuore di suo padre, rendendolo l'uomo gioioso che era una volta, la seconda donna. Questa "secessione amorosa" rende così inquieta e diffidente la protagonista. Jessie, una volta conosciuta la sua matrigna, riesce a vedere soltanto ricchezza, potere, egoismo e mistero provenire da essa.
Il terzo è quello che ha a che vedere con lo smarrimento e la confusione provati da Jessie: lei era convinta che Chicago fosse casa sua, dopo la morte della madre pensava che lo fosse quella casetta che aveva visto vivere la madre e le loro vite insieme, ma adesso, da quando è in California non sa più quale posto sia realmente casa sua.
Casa non è dove si abita, ma dove ci si sente a proprio agio, amati e protetti.
Casa può essere un luogo, un'abitazione e talvolta una persona.
Quale sarà la casa di Jessie?
 
Dopo questa breve presentazione della vita della protagonista, vediamo Jessie alle prese con il primo giorno di scuola.
Frequenta la Wood Valley High School di LA, una scuola superiore privata, frequentata da Ken e Barbie milionari (se non miliardari) che fumano marijuana, guidano auto nuove fiammanti e hanno genitori disposti a fare donazioni in denaro per tirarli fuori dai guai e per assicurargli un futuro degno di nota e del cognome che portano.
Proprio per questi aspetti Jessie non potrebbe sentirsi più fuori posto di così: la sua famiglia è sempre stata di un ceto sociale ed economico medio-basso.
I suoi vestiti non sono di marca, ma provengono dai grandi magazzini o dai mercatini di seconda mano, le sue scarpe sono delle innocue e semplici Vans, l'unico paio che possiede.
I suoi capelli non sono freschi di piega e lucidi, la sua pelle non è tonica e abbronzata, il suo girovita non è 34/36, i suoi denti non sono costituiti da capsule bianche e perfette dal costo di 1000€ ognuna, i suoi occhi non sono verdi o azzurri, ma marroni come la cioccolata e il suo vestiario non è costituito da vestitini sprovvisti di un pezzo sottostante al fondoschiena come quelli delle ragazze californiane della scuola.
Jessie non potrebbe essere più diversa da questo mondo patinato che le gira attorno.
La protagonista, infatti, va alla Wood Valley solo grazie al contributo finanziario della sua matrigna, Rachel.
Proprio dopo quel primo orribile giorno, Jessie riceve una mail da un contatto che si fa chiamare Un Perfetto Sconosciuto (PS).
Questa persona è un ragazzo della Wood Valley, frequentante lo stesso anno della protagonista. Nella prima mail si definisce strambo, fuori posto rispetto agli altri Ken e Barbie della scuola (esattamente come Jessie) e con una missione: aiutarla ad ambientarsi in quella giungla che è la WVHS.
Jessie non può credere a ciò che sta leggendo. Un ammiratore segreto le propone di aiutarla, rimanendo in anonimo e in più le confessa di essere affascinato da lei!
La protagonista sognava di vivere una situazione del genere da sempre! Legge romanzi rosa su romanzi rosa, sognando ad occhi aperti un amore simile  a quelli letti e finalmente questo ha bussato alla sua porta portandole PS.
Perciò, Jessie, decide di accettare questa proposta di aiuto anonima e i due iniziano a scambiarsi mail e poi chat, sempre in anonimo, ogni giorno fino a tarda notte.
A lungo andare PS e Jessie sveleranno parti di loro nascoste, segrete e tormentate, si confideranno l'uno con l'altra e diventeranno amici, o meglio, migliori amici.
E tra loro nascerà un gioco chiamato i "tre segreti", ogni giorno tutti e due sveleranno all'altro tre curiosità, fatti strambi e segreti di loro stessi, da qui il titolo.
Ma Jessie per quanto ancora resisterà al bisogno di vedere quel ragazzo, che la capisce tramite delle parole scritte, dal vivo?
 
La vicenda prosegue con l'adattamento della protagonista alla sua nuova vita.
Sotto consiglio di PS farà amicizia con la compagna di banco del corso di letteratura, Adrianna (Dri) e con Agnes, la migliore amica (la Scarlett) di Dri.
Inizierà a provare curiosità per un ragazzo: Ethan Marks.
Ethan è un adolescente celato dal mistero, passa le pause pranzo seduto allo stesso posto, accanto al Kiosco del Kaffè, con un libro aperto sulle gambe e la mente e l'anima all'interno di esso.
E' un ragazzo di poche parole, durante le pause pranzo numerose ragazze fanno la fila per parlargli e per flirtarci, ma lui non sembra prestarci attenzione e immerso nel suo libro risponde alle civette con dei monosillabi.
Quel comportamento di Ethan, quei suoi capelli scuri arruffati e quei suoi occhi azzurri quasi grigi che le scavano dentro esaminandola, quando la osserva la attirano in un modo che a parole non sa definire.
Per un compito di letteratura su "La terra desolata" i due faranno coppia e anche se dapprima le cose non potrebbero andare peggio, Jessie si farà coraggio e i due inizieranno a passare un pomeriggio alla settimana insieme per parlare della poesia, confrontandosi.
Quelle passeggiate letterarie si trasformano ben presto in pomeriggi passati in compagnia, per piacere di entrambi, a bere latte vanigliato e caffè nero da Starbucks, a parlare di altro oltre al compito assegnato.
Jessie in men che non si dica si innamorerà completamente, totalmente e perdutamente di Ethan.
Ethan è Ethan è Ethan.
Jessie è Jessie è Jessie.
Queste due frasi vengono ripetute spesso dai due, soprattutto da Ethan, parlando. Sono due frasi omologhe se non per il nome. Cosa vorrà dire?
Anche Ethan prova qualcosa per Jessie?
Ad Ethan si aggiunge un altro ragazzo, Liam, dell'ultimo anno, fidanzato con Gem, una ragazza frequentante alcuni corsi comuni con Jessie.
La protagonista conoscerà Liam nella libreria "Occhio ai libri!", la madre del ragazzo ne è la proprietaria e Jessie ha trovato lavoro proprio lì.
I due, fin da subito, non sembrano avere molto in comune e Jessie lo considera come un semplice conoscente, ma lui no. Liam è attratto da lei tanto da farlo notare alla sua fidanzata, che inizierà un vero e proprio atto di bullismo nei confronti di Jessie.
Ad Ethan e Liam si aggiunge un altro ragazzo ancora, Caleb, dell'ultimo anno. Jessie e le sue due amiche di LA credono sia lui PS.
Jessie, così, cercherà di capire se sia veramente lui PS, oppure no.
Ma la sua idea non potrebbe essere più sbagliata, o forse si tratta proprio di Caleb?
Caleb è il ragazzo con cui Jessie si sente a casa?
 
In seguito ad un litigio con il padre, Jessie si chiuderà ancora di più in se stessa, parlando solo con Ethan, con PS, con Scarlett e con le sue due nuove amiche.
Rachel, per aiutare Jessie a stare meglio e a riprendere in mano la sua esistenza, le regala un biglietto aereo di andata e ritorno per tornare a Chicago, a fare visita alla sua migliore amica e alla sua vecchia vita.
Quel suo ritorno a casa, sarà ciò che Jessie si aspettava?
Facendo ritorno a Los Angeles, PS finalmente comunicherà a Jessie di volersi rivelare.
Chi sarà PS? Caleb, come pensa Jessie? Liam, come pensano Jessie, Scarlett e Dri? O Ethan, come spera segretamente Jessie?
Quel mercoledì tanto atteso è arrivato e la protagonista sta per sapere con chi ha chattato e condiviso tutta se stessa negli ultimi mesi.
All'appuntamento si presentano Liam, Ethan e Caleb. Jessie non potrebbe essere più confusa.
PS è tutti e tre? E' stato uno scherzo organizzato da tutti e tre? O è solo una pura coincidenza che tutti e tre si trovino sul luogo prescelto per la scoperta dell'identità di PS?
Chi sarà PS, se tutto questo è una coincidenza?
 
Il finale sarà un colpo di scena assicurato al 100%! E l'happy-end è assicurato.
PS sarà il ragazzo di cui meno si sospettava nel corso della vicenda, il che rende la scoperta ancora più scioccante e stupenda al tempo stesso.
Personalmente non sono stata delusa dalla vera identità di PS, anzi, speravo dall'inizio che fosse lui!
 
LA MIA OPINIONE
 
"Dimmi tre segreti" in versione cartacea ha un costo di €14.90 e 382 pagine, mentre la versione digitale costa €6.99 e ha 261 pagine.
Il libro è costituito da 34 capitoli, narrati in prima persona dalla protagonista, Jessie.
E' un libro contemporaneo, formato da mail, chat, sms e riflessioni, una imitazione (solo per questi aspetti) di "Scrivimi Ancora".
 
Personalmente, adoro i libri che prevedono l'inserimento di conversazioni online oltre che di riflessioni e conversazioni reali, come la normale struttura librosa.
Ho apprezzato tantissimo questo aspetto, e credo sia questo a dare più punti al libro e a renderlo bello com'è.
 
La scrittura della Buxbaum è stupenda, elegante ma mai troppo impegnativa o incomprensibile e leggera.
La lettura di questo libro è molto scorrevole e sbarazzina, l'ho divorato in due pomeriggi e una notte!
Uniche pecche: avrei apprezzato se 1)la perdita della madre di Jessie fosse stata analizzata meglio dalla protagonista e dal padre, 2)la questione di PS e di chi si trattasse fosse stata ampliata, 3)le conversazioni fra PS e Jessie fossero state più presenti e più lunghe, 4)gli ambienti e le persone fossero stati descritti maggiormente e 5)la scoperta di PS fosse stata descritta in modo più dettagliato, per far entrare maggiormente il lettore nella vicenda, il finale è stato un po' affrettato, molto affrettato, il che è un vero peccato perché tutta la vicenda si basa su questo scoop!
A parte questi difetti, il libro è molto carino e mi sono completamente innamorata di Ethan Marks, di PS e del rapporto di amicizia fra Jessie e Scarlett!
 
Assegno a questo libro 3 stelle su 5, e lo consiglio a chiunque abbia piacere di immergersi in una storia d'amore dettata da tabloid e tecnologia, a chiunque abbia voglia di amare e a chiunque abbia un lato investigativo nascosto, con questo libro lo potrete tirare fuori e chissà che non indoviniate di chi si tratta!
Ci sono riuscita io, ci riuscirete anche voi, perciò!
 
A fine libro sarete in lacrime (almeno, io lo ero, ma sono un caso perso), con la testa ancora alla Wood Valley e nei panni di Jessie (io ci vorrei rimanere per sempre) e sognerete di avere anche voi il vostro PS!
 
Taggo qui la casa editrice: +de agostini publishing 
 
La recensione è giunta al termine, spero vi sia piaciuta.
Vi invito a mettere un +1 e a condividerla dovunque voi vogliate.
Se avete già letto questo libro e avete piacere nel scambiarne quattro chiacchiere o avete intenzione di acquistarlo e ne volete sapere qualcosa di più, vi invito a scrivermi nei commenti qui sotto, sarò felicissima di rispondervi!
 
Alla prossima recensione, miei booklovers! :)
 
Contatti
Twitter: Hugh_Me_Niall
Instagram: hughmeniall
 
 In fondo (se usate un cellulare) cliccate "visulizza versione web", ci sono tante sorprese e novità!
 


Posta un commento