13 lug 2016

Recensione: "IL RAGAZZO DEL LIBRO ACCANTO" di OLIVIA DADE

"IL RAGAZZO DEL LIBRO ACCANTO"
di Olivia Dade
 
 
Ciao miei adorati booklovers e bentornati nel mio blog!
Oggi sono qui per parlarvi della mia ultima lettura, un romanzo rosa a tratti piccante scritto dalla penna della sola e unica Olivia Dade: "Il ragazzo del libro accanto".
Iniziamo subito.
 
LA COPERTINA
 
 
La copertina, ovvero il cuore con all'interno delle mensole colme di volumi letterari e non, rappresenta l'amore che nascerà all'interno di una biblioteca, tra due personaggi molto divertenti, ironici e soprattutto nettamente diversi tra loro.
Il titolo è molto caratteristico, ogni persona è un libro tutto da scoprire: c'è chi si ferma alla copertina e alla trama o alle prime pagine e chi, invece, arriva fino alla fine, apprezzandone ogni parola, frase, pagina, e solo in quel caso si può affermare di conoscere veramente una persona e di amarla e apprezzarla per quello che è realmente.
La protagonista di questo volume è un libro tutto da scoprire e la stessa cosa vale per il protagonista. Ognuno dei due leggerà l'altro o si fermerà all'inizio, all'apparenza? Come si sa, l'apparenza, nella maggior parte dei casi, trae in inganno.
 
LA TRAMA
 
Angela Burrowes lavora nella deliziosa biblioteca della contea di Nice.
Sebbene sia brillante e amata dai lettori, una bella mattina di sole viene informata dalla sua superiore, Tina, che è sul punto di perdere il lavoro. Il motivo? Nonostante i continui richiami, la sezione erotica continua a essere un problema con le copertine troppo esplicite così in bella vista. Per non parlare della libertà che Angie si è presa nell'organizzare la festa di Capodanno per single, o il concorso di scrittura di San Valentino, dove gli aspiranti scrittori si misurano con un racconto hot!
E così, con l'umore sotto i piedi e una valanga di pensieri in testa, Angie si avvia verso casa. Ma il fato, si sa, può essere davvero dispettoso e l'incontro fortuito e travolgente con uno sconosciuto alto e sexy certo non l'aiuta a schiarirsi le idee.
Lui è Grant Peterson, e l'attrazione tra i due è qualcosa di molto, molto simile ad un colpo di fulmine.
La mattina seguente, però, arriva una bella sorpresa come una doccia fredda: Grant è il nuovo direttore della biblioteca, intenzionato a riportare ordine e rigore nel regno di Angie! Come andrà a finire?
 
LA RECENSIONE
 
Questo libro è consigliato e dedicato ad ogni lettore compulsivo che si rispetti e ai sognatori ad occhi aperti, coloro che sognano un amore dolce e travolgente, un vero e proprio colpo di fulmine.
 
"Il ragazzo del libro accanto" è ambientato nella contea rurale di Nice, nel Maryland.
 
La protagonista di questo libro è Angela Burrowes, soprannominata da tutti Angie.
Angie è la responsabile di una delle sedi del circuito bibliotecario pubblico della contea di Nice, ama il suo lavoro e i libri, soprattutto quelli erotici.
E' una donna impulsiva, irrazionale e sconsiderata, ma nonostante questi "difetti", è anche dolce, affettuosa e gentile.
Il suo cuore e la sua anima non sono mai stati letti, scoperti da un uomo, poiché il genere maschile in generale non ha ritenuto che ne valesse davvero la pena.
Ecco perché Angie ha paura di mostrarsi agli altri per quello che è realmente, ha innalzato dei muri impenetrabili intorno a sé, tranne che per le sue amiche, sua sorella e la sua nipotina appena nata e i suoi adorati utenti della biblioteca cui è responsabile, l'Antietam.
Angie ha l'abitudine di tenere chiunque altro  a distanza per tali motivi, questa è la principale ragione per cui nessun uomo fa parte della sua vita. 
 
Il protagonista di questo libro è Grant Peterson.
Grant è un giovane matematico, se così si può definire. Adora tutto ciò che a che fare con i numeri, le tabelle, i grafici, le statistiche e gli schemi per le decisioni.
Proprio per queste sue capacità è stato assunto come nuovo direttore e supervisore del circuito bibliotecario pubblico della contea di Nice.
E' un uomo razionale, logico e rigido, ma nonostante questa sua impostazione troppo logica e precisa, è anche dolce, romantico, timido, gentile e ben educato.
Il suo cuore e la sua anima non sono mai stati letti, scoperti da una donna, poiché il genere femminile in generale non ha ritenuto che ne valesse davvero la pena.
Ecco perché Grant per ogni singola decisione che deve prendere, realizza prima uno schema delle decisioni, poiché ha paura di prendere una decisione dettata dal cuore e non dalla logica e che lo porterà poi a soffrire. 
 
La vicenda ha inizio con la situazione che farà da tema centrale per l'intera durata della storia: Angie si trova nell'ufficio di Tina, la sua superiore, per l'ennesima lamentela da parte di uno degli utenti della biblioteca.
Angie ama il suo lavoro e i suoi utenti, mette passione in tutto quello che fa e visto il suo amore per i libri erotici, ha deciso irrazionalmente di creare una sezione dedicata a queste letture hot, che ha suscitato grande interesse e scompiglio al tempo stesso.
I prestiti di questi libri sono maturati notevolmente, ma alcuni utenti si sono lamentati per la poca discrezione della sezione, in quanto composta da copertine esplicite e posta in bella vista, alla portata di occhi innocenti, quelli dei bimbi.
Prima di questa sua ultima bravata, ha organizzato un evento, per la serata di Capodanno, dedicato ai single e da questa sua iniziativa sono nate nuove coppie, compresa quella composta da Penny e Jack (la loro storia viene raccontata nel primo volume della serie "Amori in biblioteca", il libro si intitola "Al diavolo i buoni propositi").
Le lamentele riguardanti l'Antietam sono nettamente superiori rispetto a qualunque altra biblioteca del circuito pubblico della contea proprio per questi motivi, perciò, Tina si vede costretta a dare un'ultima possibilità ad Angie: ancora una lamentela o una bravata delle sue e verrà licenziata all'istante.
In seguito a questa spiacevole comunicazione, Angie fa ritorno a casa.
Per strada, però, si trova a dover guidare ad una velocità molto ridotta, per colpa di una macchina davanti alla sua: il conducente guida pianissimo e in modo molto pericoloso, a causa di una valanga di valigie legate sul tettuccio dell'auto.
Quelle stesse valigie cadranno dal bolide e una di quelle andrà a finire sul parabrezza della macchina di Angie, facendola sbandare. Angie finirà in un prato, per fortuna né lei e né la sua macchina riporteranno dei danni.
In seguito a quel mancato incidente, il conducente della macchina piena zeppa di bagagli scenderà dall'auto per controllare che la protagonista stia bene e che non si sia fatta nulla di grave.
Appena si avvicina al finestrino di Angie, però, viene magnetizzato da una donna dai capelli biondi e dagli occhi verdi e la stessa cosa accade ad Angie, viene inchiodata al sedile dell'auto da un uomo alto, muscoloso, moro e con gli occhi azzurri.
Quel loro primo sguardo sarà l'inizio di una bellissima storia d'amore, piena di alti e bassi.
Tra i due sarà letteralmente amore a prima vista.
Angie, una volta ripreso il controllo di sé, farà delle domande dirette a quell'uomo tanto affascinante e imponente, e gli dichiarerà palesemente il suo interesse.
L'uomo in questione non è altri che Grant Peterson.
I due parleranno e inizieranno a conoscersi, in seguito si recheranno in un ristorante per proseguire la loro conoscenza, e poco dopo si ritroveranno l'uno tra le braccia dell'altra, immersi in un mondo parallelo, grazie al loro primo e favoloso bacio.
La serata proseguirà, e sfocerà in una nottata dettata dalla passione che entrambi provano l'uno per l'altra.
 
Il mattino dopo Angie e Grant si faranno una promessa: quella notte sarà la prima di molte altre ed entrambi non provano e mai proveranno nessun rimpianto per quella nottata di passione.
Entrambi sono attratti l'uno dall'altra in un modo impossibile da spiegare e qualcosa li spinge a credere fermamente che ciò che c'è fra loro, ben presto sarà destinato a diventare un bellissimo rapporto.
Ed è così che i due si salutano per recarsi ai corrispettivi posti di lavoro.
Angie si recherà nella sede principale del circuito bibliotecario della contea, la Downtown, per una riunione generale indotta da Tina, in cui verrà presentato il nuovo direttore e supervisore.
Una volta preso posto all'interno della sala riunioni, verrà presentato colui che ricoprirà il nuovo incarico e altri non è che Grant.
Angie e Grant la serata e la notte precedente, non avevano voluto parlare di lavoro, perciò saranno sorpresi dalla scoperta e anche scioccati, poiché il regolamento della biblioteca vieta assolutamente ogni coinvolgimento personale, sentimentale fra colleghi.
La loro relazione quindi sarà destinata a finire sul nascere, ed entrambi non potrebbero esserne più delusi ed amareggiati. Angie considerava Grant il suo miracolo e Grant considerava Angie il suo angelo, ma tutto ciò è destinato a finire.
Il loro rapporto deve finire, altrimenti perderanno entrambi il lavoro.
Quel lavoro serve a Grant per aiutare i genitori: il padre ha contratto il virus del Nilo occidentale, in seguito ad una puntura di zanzara e la moglie non riesce ad occuparsi del marito da sola, per questo motivo Grant si è trasferito a Nice e li aiuterà con i soldi che guadagnerà.
Quel lavoro serve ad Angie per sopravvivere: la biblioteca significa tutto per lei.
Quindi i due concordano di fare finta di niente e di accantonare quella nottata di passione, per le ragioni scritte sopra.
Ma si sa, quando l'amore è sotto al proprio naso, non si può fare finta di niente.
Grant desidera Angie ed è disposto a passare con lei parte del suo tempo in qualsiasi modo lei voglia concedersi, come amica o come fidanzata, perché la ama e non può, non riesce a reprimere questo suo sentimento.
Così Angie e Grant inizieranno una relazione clandestina.
Angie, però, nasconde un segreto che potrebbe farli licenziare entrambi: come se la loro relazione vietata non fosse abbastanza, la bibliotecaria ha indetto un concorso molto particolare per San Valentino, gli utenti che lo desiderano potranno partecipare ad un evento creativo, in cui dovranno scrivere un racconto ad alto contenuto erotico per vincere una giornata in un centro massaggi.
Angie ha paura che Grant possa venire a conoscenza di quel concorso indetto da lei prima dell'ultima chance concessa da Tina e che possa rimanere deluso da lei, come il resto delle persone che avevano iniziato a conoscerla e che poi se ne sono andati.
Perciò, Angie terrà nascosto quel concorso all'uomo che ama, per tenerlo al sicuro da un licenziamento più che certo.
 
Angie riuscirà a tenere nascosto quel concorso sia a Grant che al consiglio superiore del circuito bibliotecario locale?
Vorrebbe tanto annullarlo, scampando ad ogni pericolo, ma non può: se lo annullasse, molti utenti si lamenterebbero con Tina e ciò farebbe automaticamente licenziare Angie.
Non ha scelta, se non quella di non annullarlo e di tenerlo nascosto a Grant e Tina.
 
La relazione dei due protagonisti andrà a gonfie vele, sino a quando Grant non verrà a conoscenza del concorso indetto dalla sua donna.
I due litigheranno, si faranno prendere dalla passione e dalla rabbia e verranno colti sul fatto dalla responsabile della biblioteca Antietam, Tina, che secondo quanto scritto nel regolamento, sarà costretta a licenziarli per aver intrapreso una relazione clandestina.
Ma quando l'amore supera ogni limite e ogni ostacolo, può far intenerire anche un cuore di ghiaccio come quello di Tina, o forse no.
Cosa deciderà di fare? Terrà uno solo dei due o tutti e due al lavoro, o li licenzierà entrambi non lasciandosi coinvolgere emotivamente da quel sentimento forte e indissolubile che vede trasparire dai suoi due dipendenti migliori di sempre?
 
Il finale sarà un bellissimo e dolcissimo happy-end.
 
LA MIA OPINIONE
 
Consiglio a chiunque voglia leggere questo libro di non farsi influenzare dal fatto che sia il secondo volume di una serie.
Il primo volume narra della storia d'amore nata fra Penny (migliore amica di Angie) e Jack, mentre il secondo della storia d'amore di Angie e Grant.
Perciò, come ho fatto io, è possibile leggere prima il secondo libro del primo della serie, in quanto i personaggi di un libro compaiono in modo imparziale nell'altro.
 
Il libro in versione cartacea ha un costo di €7.90 e un totale di 283 pagine, mentre la versione digitale costa €4.99 e ha 243 pagine.
I capitoli sono numerati dall'1 al 28 e sono narrati in terza persona dalla scrittrice.
 
La scrittura di Olivia Dade è fresca, ironica, frizzante, moderna e molto scorrevole.
I fatti, i personaggi, le descrizioni dei pensieri e dei sentimenti dei protagonisti, i dialoghi e il ruolo predominante della biblioteca Antietam sono descritti e scritti magnificamente.
La traduttrice non ha fatto lo stesso ottimo lavoro, nel corso del libro ci sono molti errori ortografici o di concordanza fra soggetto e verbo, ma nonostante ciò la scrittura della Dade rende lo stesso.
 
Solitamente non adoro le narrazioni in terza persona, ma la Dade ha fatto un lavoro magnifico: attraverso la sua descrizione emergono i pensieri e i sentimenti di entrambi i protagonisti e questa capacità non è presente in molti scrittori, ma la Dade è una di quelli.
Ho adorato la descrizione della biblioteca e degli eventi organizzati, dell'amore che Angie mette nel suo lavoro presso essa e del ruolo fondamentale che ricopre per l'intera durata della vicenda.
Mi sono innamorata di Grant, della sua dolce timidezza e del suo lato romantico; Mi sono rispecchiata in lui sin da subito.
Per non parlare delle amiche di Angie: Penny, Helen, Sarah, Mary, Constance.
Vorrei anche io un gruppo di amiche come le sue, disposte a sacrificare la sera di San Valentino con i rispettivi fidanzati per passare la notte con l'amica triste e sola, portandole del vino, dei brownies e dei film.
 
Non ho trovato difetti a questo libro e l'ho apprezzato dall'inizio alla fine.
E' la storia adatta ad ogni lettore compulsivo e dall'animo romantico.
Il libro risponde alle caratteristiche del classico romanzo rosa: un amore travolgente e dolcissimo, un uomo romantico e dolcissimo, dei passati e dei segreti pieni di tormento, una situazione di massima tensione, la rottura delle peripezie e infine, un lieto fine.

In più, la Dade ha dato vita ad una nuova parola: impore, la combinazione fra cuore e impulso. Parola che adoro e che, all'interno della vicenda, ha inventato Angie.
E, inoltre, sono una sostenitrice dei Grangie (Grant+Angie), la mia nuova ship librosa e spero di ritrovarli nel prossimo romanzo della serie "Amori in biblioteca" della Dade.
 
Assegno a questo libro 5 stelle su 5 e lo stra consiglio!
 
Taggo qui la casa editrice: +Newton Compton 
 
La recensione è giunta al termine, spero vi sia piaciuta e se così è stato, vi invito a mettere un G+1 e a condividerla dovunque e con chiunque voi vogliate.
Se avete già letto questo libro e volete scambiare quattro chiacchiere librose o desiderate averne maggiori informazioni, vi invito a scrivermi nei commenti qui sotto, sarò felicissima di rispondervi.
 
Alla prossima recensione! :)
 
Contatti:
Twitter: Hugh_Me_Niall
Instagram: hughmeniall
 
NEL CASO VOGLIATE ISCRIVERVI COME LETTORI FISSI AL BLOG, VISUALIZZANDONE LA VERSIONE WEB O VISITANDOLO DAL PC, POTETE FARLO, GRAZIA ALLA CASELLA APPOSITA COLLOCATA A SINISTRA DELLA PAGINA DEL BLOG.
 
 
 
 
Posta un commento